Perché il cioccolato è dannoso per i cani?

Cani e cioccolato sono una combinazione pericolosa e velenosa. Sfortunatamente, nella maggior parte dei casi il cioccolato vince. Assomiglia molto ad alcol e persone.

Il cioccolato e il cane sono due nemici letali

Che il cioccolato faccia male al cane non è una leggenda metropolitana e già da piccoli i genitori insegnano ai loro figli a non dare nessun pezzettino di cioccolato al cane di famiglia.

Purtroppo anche piccole quantità di cioccolato possono danneggiare seriamente il nostro cane, quindi bisogna fare attenzione a quello che gli diamo da mangiare.
La maggior parte dei proprietari di animali domestici comprende appieno l’idea che il cioccolato sia dannoso per i cani, ma molti non sanno perché effettivamente anche poco cioccolato possa fare cosi male anche ad un animale abituato a mangiare un pò di tutto.

Forse ti può interessare: Olio di cocco, i benefici nella dieta dei vostri animali

Ora ti spieghiamo perché il cioccolato è dannoso per il tuo cane

Il cioccolato fa male ai cani perché contiene quantità molto elevate di grassi e stimolanti che possono dare un effetto caffeina

Gli stessi stimolanti che producono quelle endorfine per farci stare bene sono gli stessi che potrebbero potenzialmente ferire mortalmente il tuo cane.
Il più grande vantaggio derivante dal capire perché il cioccolato è dannoso per i cani sta comprendendo la quantità di metilxantine presenti nel tipo di cioccolato che il tuo cane potrebbe aver mangiato.

Non tutto il cioccolato è dannosissimo per il tuo cane, bisogna sapere e conoscere il tipo di cioccolato che il tuo cane potrebbe aver assimilato, e da li conoscere se la quantità di cioccolato potrebbe aver danneggiato il tuo amico a 4 zampe.

Se un cane ingerisce quantità significative di metilxantina, si producono effetti clinici pericolosi che possono causare il sonno del cane, vomito, diarrea, sete eccessiva e minzione, iperattività, ritmo cardiaco anormale, tremori, convulsioni e nei casi più gravi la morte.

Una buona regola empirica è che più il cioccolato è scuro, più è pericoloso perché il contenuto di metilxantina è più alto.
In genere il cioccolato bianco ha il contenuto più basso di metilxantina, mentre il cioccolato da forno contiene la quantità più alta.
Bastano solo quattro once di latte o mezza oncia di cioccolato per fare seri problemi a un cane piccolo.

Cerca di stare molto attento a quello che mangia il tuo cane, che sia cioccolato o altri alimenti da casa, il suo stomaco potrebbe soffrire per quello che gli dai da mangiare.
In caso facesse una grossa indigestione di cioccolato, il nostro consiglio è quello di sentire immediatamente il vostro veterinario per evitare danni prolungati al nostro amico a 4 zampe.

Vedi il prodotto su Amazon

Ultimo aggiornamento il 18 Marzo 2019 23:37

Benefici dell’olio di cocco per i vostri animali domestici

L’olio di cocco ha molti benefici se aggiunto alla dieta di un essere umano, ma come può dare benefici ai vostri animali domestici?
Aggiunto come supplemento delicato a una dieta nutriente, l’olio di cocco può essere utile sia per i cani che per i gatti.

Cos’è l’olio di cocco?

L’olio di cocco (chiamato anche olio di copra) deriva dal cocco e contiene oltre il 90% di grassi saturi. È usato non solo in cucina, ma si trova in una vasta gamma di cosmetici biologici e prodotti di bellezza come balsami e idratanti. Poiché i grassi saturi sono considerati meno sani, il loro consumo – per gli esseri umani o gli animali domestici – dovrebbe essere attentamente limitato, anche se ci sono benefici nell’avere piccole quantità di olio di cocco in una dieta bilanciata.

Come l’olio di cocco può aiutare gli animali domestici

Ci sono molti potenziali benefici per l’alimentazione aggiungendo un pò di olio di cocco nella pappa dei vostri animali.

1) Miglioramento della pelle e del pelo, inclusi eczemi meno gravi o altre condizioni della pelle, pellicce più lucenti, meno graffi o prurito, minore sensibilità alle allergie cutanee e riduzione degli odori della pelle.

2) Migliore digestione e assorbimento dei nutrienti dal cibo, riduzione delle feci e riduzione della stitichezza. Anche l’alitosi può essere ridotto.

3) Immunità rafforzata e resistenza alle malattie minori, oltre a prevenire infezioni e promuovere una guarigione più rapida di piccoli tagli, graffi e punture.

4) Miglioramento della mobilità negli animali domestici con infiammazione articolare da artrite o condizioni simili, con conseguente maggiore energia e comfort.

5) Migliore gestione del diabete o aiuto con la perdita di peso se usato in combinazione con altre tecniche raccomandate.

Molti dei benefici che l’olio di cocco può offrire agli animali domestici non sono stati studiati a fondo, e i proprietari di animali domestici dovrebbero fare attenzione quando usano questo integratore per problemi specifici, cercate sempre di parlarne con il vostro veterinario di fiducia.

Sii cauto con l’olio di cocco

Regola la dieta del tuo animale domestico per includere qualsiasi tipo di integratore – compreso l’olio di cocco – può essere difficile, e un rapido cambiamento può creare problemi digestivi come nausea e diarrea. L’olio di cocco può essere potente, e una piccola quantità – un quarto di cucchiaino o meno – dovrebbe essere usata all’inizio, molto lentamente aumentando la quantità nella dieta dell’animale a non più di un cucchiaino pieno per gli animali più piccoli, o 1-2 cucchiai per i più grandi animali domestici.

Oltre a essere utilizzato come integratore alimentare, l’olio di cocco può essere utilizzato direttamente sulla pelle o sulla pelliccia per un immediato sollievo, ma è preferibile utilizzare una piccola quantità diluita di olio per applicazioni dirette. Sia che venga usato come integratore alimentare o un unguento per la pelle, è sempre meglio consultare un veterinario prima di introdurre il proprio animale nell’olio di cocco, per assicurarsi di poter godere dei benefici senza mettere a rischio il proprio animale.

 

 

Vedi il prodotto su Amazon

10,09€
14,99
disponibile
1 nuovo da 10,09€
Amazon.it
Spedizione gratuita
15,99€
32,99
disponibile
1 nuovo da 15,99€
1 usato da 15,34€
Amazon.it
Spedizione gratuita
15,99€
19,99
disponibile
1 nuovo da 15,99€
1 usato da 15,67€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 18 Marzo 2019 23:37

Suggerimenti per la cura dentale del vostro animale domestico

Denti e gengive sani sono essenziali per tutti gli animali domestici, dalla masticazione e dal mangiare alla toelettatura, alla difesa e al respiro pulito. Con pochi passaggi, i proprietari di animali domestici possono mantenere la bocca del loro animale in buona salute ed evitare una serie di problemi di salute sgradevoli e pericolosi derivanti da cattive cure dentistiche.

Conoscere quando è ora di curare l’igiene dentale dei vostri animali

Il primo passo verso la cura dentale animale domestico è riconoscere i problemi in modo che eventuali problemi possano essere risolti immediatamente. Guarda nel tuo animale domestico  segni che indicano che possono indicare che i loro denti o le gengive sono fortemente nei guai.

  • Odori forti e offensivi nel respiro
  • Gengive gonfie o scolorite (il rosa è normale)
  • Eccessivo sbavamento improvviso
  • Pawing alla bocca
  • Difficoltà a masticare o segni di dolore mentre si mangia
  • Denti allentati o caduti

Se notate uno di questi segni è meglio portare il vostro animale da un veterinario per evitare di spendere molti più soldi più avanti.

Ecco come fare una buona cura dentale al vostro animale

Il modo migliore per evitare problemi dentali è quello di stabilire un regime di bocca sana per il tuo animale.

  • Pulisci regolarmente i denti del tuo animale domestico con uno spazzolino e un dentifricio per animali domestici appropriati; strumenti di dimensioni umane e dentifricio umano non sono adatti e possono essere pericolosi. Idealmente, mirare a pulire i denti di un animale 2-3 volte a settimana.
  • Pianifica visite dentistiche annuali con il tuo veterinario per rimuovere l’accumulo di tartaro e cercare problemi più seri. Chiedi consigli professionali per la pulizia della casa e cura se il tuo animale domestico resiste avendo i suoi denti puliti.
  • Includere cibo secco e croccante nella dieta del vostro animale domestico. I cibi duri aiutano a raschiare via il morbido tartaro prima che possa indurirsi e lasciare meno detriti nella bocca del vostro animale domestico che possono causare ulteriore carie.
  • Offri giocattoli masticabili adatti a soddisfare gli istinti di roditore del tuo animale e aiuta a raschiare via il tartaro ei detriti di cibo prima che possa causare problemi dentali più gravi. Anche masticare aiuta a massaggiare le gengive dell’animale e rafforzare i denti per prevenire ulteriori carie. 

Con una cura adeguata, cani e gatti possono godere di denti sani per tutta la vita, e i proprietari di animali domestici possono facilmente ridurre al minimo il rischio di problemi ai denti e alle gengive che possono portare a maggiori problemi di salute e disagio per il loro animale domestico, sopratutto se siamo abituati a condividere il divano o la poltrona, ridurremo cosi fortemente il senso di alito puzzolente del nostro amico.

 

Vedi il prodotto su Amazon

Ultimo aggiornamento il 19 Marzo 2019 14:40

I sentimenti nel cane; Ecco cosa dobbiamo sapere

Sai che il tuo cane prova dei sentimenti proprio come te? È stato scientificamente dimostrato, infatti, che gli animali sono capaci di provare emozioni e sentimenti proprio come gli esseri umani. Sempre più spesso, tra l’altro, vengono considerati come persone di famiglia, è così per un italiano tre.

Attenzione in crescita

Cani e gatti sono sempre più protagonisti della vita degli italiani. Fedeli compagni di vita, concentrano spesso su di sé le cure e le attenzioni dei propri padroni che scelgono solo il meglio. Tra l’altro, grazie a portali come PetIngros, è possibile acquistare il meglio a prezzi competitivi, dalle pappe ai collari come scalibor. Gli amici a quattro zampe fanno parte della quotidianità della famiglia e condividono momenti felici e momenti tristi. Piccoli segnali e trasformazioni nell’atteggiamento solito possono aiutarci a leggere i sentimenti di questi importanti membri della famiglia.

Una questione di razza

Non tutti i cani reagiscono allo stesso modo ai sentimenti. La propensione a manifestazioni d’affetto, ad esempio, varia da razza a razza. È questo l’elemento che fa la differenza e che porta le manifestazioni legate all’ossitocina, l’ormone dell’amore, a essere più o meno palesi. Una delle manifestazioni più visibili dei sentimenti provati dai cani è quella legata alla gioia. Un cane felice è davvero inarrestabile. Basta osservarlo mentre si rotola sul prato o scodinzola furiosamente per rallegrarsi della sua gioia. Un portento, un concentrato di vitalità e allegria davvero contagioso. Anche l’amore e la fedeltà sono facilmente intuibili dall’atteggiamento del nostro amico a quattro zampe. Nei suoi occhi è facile leggere il legame profondo che lo lega l suo padrone e ai componenti della sua famiglia umana. Piccoli gesti sono espressione di una quotidianità fatta di amore incondizionato e resa totale al proprio umano di riferimento.

Dolore e gelosia

Anche i cani soffrono. Non sempre piangono ma spesso somatizzano la sofferenza legata a eventi tristi o alla sofferenza del proprio padrone. Sono aspetti da non sottovalutare perché i cani, proprio come gli esseri umani, possono essere soggetti a stati depressivi. È importante intervenire in tempo per tutelare al meglio il nostro amico. Anche la paura e l’ansia fanno parte del ventaglio di emozioni negative che i cani possono provare e che si traducono, a volte, nel rifiuto del cibo e in uno stato di abbandono dal quale difficilmente riescono a risalire. Accade, ad esempio, quando perdono il proprio padrone o quando vengono maltrattati. In casi altrettanto gravi possono arrivare ad autoinfliggersi delle ferite, mordendosi le zampe fino a farle sanguinare, ad esempio. I cani, inoltre, manifestano anche in modo palese la propria gelosia che può riversarsi sia nei confronti dell’umano di riferimento sia verso spazi e oggetti propri. Non tollerano la presenza della fidanzata del proprio padroncino o altri animali che si avvicinano alla ciotola o alla cuccia. E sì, lo fanno capire in modo chiaro e netto. Dopo un sorriso iniziale, però, è bene intervenire educando il cane alla condivisione di persone e spazi. Il rischio è quello di sfociare in fenomeni di aggressività che possono diventare pericolosi.

Come curare gli animali domestici durante un’emergenza meteorologica

Il tempo severo può essere un momento stressante e spaventoso, soprattutto per un animale domestico che ha sempre conosciuto solo una buona cura e una casa calda amorevole e amichevole.
Quando si verificano condizioni di emergenza, gli animali domestici possono facilmente perdersi o ferirsi nella confusione, ma un proprietario di animali preparato si prenderà cura del proprio animale domestico prima, durante e dopo qualsiasi brutto evento metereologico.

Prima dei colpi di maltempo

Che si tratti di un’alluvione, di un uragano, di un tornado, di una tormenta, di un incendio o di qualsiasi altro tipo di maltempo, una preparazione adeguata può aiutare i proprietari di animali a essere pronti a salvare il vostro amico domestico.

Microchip / Gps per il tuo animale domestico


Un microchip è inserito sotto la pelle del tuo animale domestico e include un numero univoco legato alle tue informazioni di contatto individuali. Questo può aiutarti a ricongiungerti con il tuo animale domestico se dovesse perdersi durante il maltempo e non può essere facilmente perso o rimosso come potrebbe essere un collare o una medaglietta, ricordati di  tenere sempre aggiornate le informazioni sul tuo microchip con le tue informazioni aggiornate, come cellulare e indirizzo di casa.
Altro caso è quello del gps per i vostri animali, un dispositivo che è venuto alla ribalta da poco, il gps per gli animali consente di monitorare il tuo animale in caso di smarrimento, molto utile se porti a passeggio il tuo amico in luoghi dove non è abituato a scorrazzare.

Mantenere le vaccinazioni aggiornate e registrate

Il maltempo può portare a epidemie insolite, o se il tuo animale fugge durante il maltempo, potrebbe entrare in contatto con roditori o altri animali che trasportano pericolosi parassiti o batteri. Se le loro vaccinazioni sono aggiornate, saranno più protetti. Tieni un registro di vaccinazione con i tuoi documenti importanti nel caso in cui sia necessario fornirli a bordo del tuo animale domestico durante un’emergenza.

 Aspettando il temporale con il tuo animale domestico

Quando arriva un’emergenza meteorologica, sarà un momento caotico e il tuo animale domestico potrebbe farsi prendere dal panico. Piccoli animali domestici, come rettili, uccelli, gerbilli, criceti e porcellini d’India, devono essere assicurati in modo sicuro in casse, cisterne o gabbie appropriate fino al termine dell’emergenza. Invece per gli animali più grandi, compresi cani e gatti dovrete usare queste attenzioni:

 

 Mantieni il controllo del tuo animale domestico in ogni momento
Per ridurre al minimo il rischio di fuga del tuo animale domestico, tienili sotto controllo  in ogni momento. Se andate fuori per una breve passeggiata è essenziale usare sempre un guinzaglio forte, anche in un cortile recintato – se una sezione del recinto è rotta o mancante, il tuo animale potrebbe scappare prima che tu lo sappia.
Se possibile, tieni il tuo animale al sicuro in una cassa o un trasportino, il che aiuterà se è necessaria un’evacuazione.

Resta in una stanza sicura lontana dalle distrazioni
Se il maltempo include forti rumori, come un tuono o pioggia intensa, posiziona il tuo animale domestico in una stanza interna della tua casa e considera l’aggiunta di una piccola ventola o di una radio a basso volume per i rumori bianchi per aiutare a bloccare i suoni improvvisi e imprevisti che possono spaventare o panico il tuo animale domestico. Uno spazio confortevole con cose familiari, come un letto o un giocattolo preferito, può aiutare a calmare il tuo animale domestico.

 

Di conseguenza

Potrebbero essere necessario solo poche ore o potrebbero passare alcuni giorni, anche settimane prima che la tua casa ritorni alla normalità dopo il maltempo, e devi prenderti cura del tuo animale domestico correttamente durante questo periodo, in modo che siano traumatizzati il meno possibile.

Cerca il tuo animale domestico perso il più rapidamente possibile

Se il tuo animale viene perso durante l’emergenza, cercalo il più rapidamente possibile, ma non metterti a rischio avventurandoti in aree non sicure o limitate, cerca sempre di mantenere la tua sicurezza prima di avventurarti in qualche zona dove è appena successo una calamità.
Condividi la foto del tuo animale domestico e le eventuali caratteristiche identificative – descrizione del colletto, numero di licenza, peculiarità comportamentali, segni distintivi – per aiutare il tuo animale a essere riconosciuto e restituito a te immediatamente.

Controllare le lesioni
Se il tuo animale è stato perso o preso dal panico durante l’emergenza, controllalo attentamente per eventuali lesioni o altri problemi. Tratta anche piccoli graffi o tagli delicatamente per prevenire l’infezione, e porta il tuo animale da un veterinario il prima possibile per una valutazione e qualsiasi trattamento aggiuntivo.

Consola il tuo animale domestico e cerca di tornare alla normalità il più presto possibile
Molti animali domestici possono essere sconvolti dalle emergenze per molto tempo dopo l’evento. Per aiutare il tuo animale a riprendersi, torna alla normale routine il prima possibile e dedica più tempo e cerca di confortare il tuo animale domestico. Giochi e coccole aiuteranno il tuo amico a riprendersi al meglio in poco tempo.

Ci vuole tempo per riprendersi da un’emergenza meteorologica grave, ma se hai preparato bene il tuo animale domestico per questi eventi e stai attento durante l’emergenza, sia tu che il tuo animale domestico potrete recuperare rapidamente e riprendere una vita felice insieme augurandovi sempre che non ci sia nessuna conseguenza fisica per te e per il vostro animale.

 

 

Vedi il prodotto su Amazon

112,01€
non disponibile
2 nuovo da 112,01€
Amazon.it
Spedizione gratuita
34,99€
disponibile
1 nuovo da 34,99€
Amazon.it
Spedizione gratuita
49,99€
disponibile
2 nuovo da 49,99€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 19 Marzo 2019 14:41

Suggerimenti per la fare la lettiera dei conigli

I conigli hanno il potenziale per essere creature molto domestiche che possono ricevere cure e addestramento come se fosse un cane o un gatto.
Come i gatti e i cani, anche i conigli possono essere addestrati, motivo per cui molti proprietari scelgono di non ingabbiarli e di lasciarli liberi di correre in casa.
L’idea che i conigli siano creature sporche è un malinteso comune. Per natura, i conigli sono creature molto pulite e preferiscono farsi gli affari loro in un unico punto, e quindi l’addestramento all’uso della lettiera non è così difficile come sembra.
Segui questo articolo per suggerimenti su come imballare il tuo coniglietto.

Creare la lettiera perfetta per il tuo coniglio

La creazione della lettiera perfetta per il tuo coniglio è veramente molto semplice. A seconda delle dimensioni del tuo coniglio puoi usare qualsiasi contenitore di plastica con i 4 lati chiusi, senza un fondo cablato. Una lettiera per gatti si adatta bene e questi sono disponibili in più dimensioni in modo da poter scegliere il migliore per il vostro coniglio. Se lo desideri, puoi optare per un contenitore più robusto o un’opzione più superficiale come un vassoio di plastica. I vassoi sono perfetti per i coniglietti più piccoli o se il coniglio è molto più vecchio e ha delle articolazioni difettose.

Quando crei questo spazio, fallo in modo da far sapere al tuo coniglio che è uno spazio sicuro per loro e solo per loro. Non permettere ad altri animali domestici di interferire o utilizzare la lettiera poiché il coniglio probabilmente non la userà più. Ricorda sempre che addestrare un coniglio vecchio è sicuramente più semplice di un novellino, ricordati anche di usare del legno abbastanza resistente per asciugare meglio l’urina dei tuoi animali, se usi un legno troppo tenero c’è il rischio che il legno si sdruccioli e non faccia l’effetto desiderato.

Non serve mettere troppo pallet per i vostri conigli, tanto normalmente i conigli non seppelliscono i loro escrementi come fanno i gatti, quindi anche un leggero strato può essere utile alla nostra causa.

Il tuo coniglio non la fa nella lettiera?

Intestardirsi nel cercare di obbligare il tuo coniglio a farla nella lettiera non è sicuramente la scelta consigliata, bisogna cercare di mantenere una linea precisa nel suo addestramento è sicuramente la mossa migliore, bisogna cercare però di capire non è nella natura del coniglio di farla in una lettiera o in un posto preciso, bisogna quindi cercare di mantenere un comportamento lineare e mantenere le stesse idee in modo che anche il coniglio si possa abituare a delle abitudini a noi consone.

 

Vedi il prodotto su Amazon

19,99€
disponibile
2 nuovo da 14,30€
Amazon.it
Spedizione gratuita
19,99€
disponibile
1 nuovo da 19,99€
8 usato da 18,59€
Amazon.it
Spedizione gratuita
7,93€
disponibile
2 nuovo da 7,93€
1 usato da 7,14€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 13 Marzo 2019 23:15

 

Abbigliamento per cani: Shop e Giusto Criterio sull’utilizzo

Al giorno d’oggi la moda dell’abbigliamento si concentra anche sui nostri amici a quattro zampe. Gli indumenti per cani sono diventati sempre più popolari non trattandosi solo di una questione estetica.

Da una parte è molto diffusa la volontà di abbellire il proprio cane vestendolo sempre più alla moda, ma dall’altro lato questa moda mette in atto delle vere e proprie esigenze sempre più fondate.

Quando si porta a passeggio il proprio animale, soprattutto nei mesi più freddi, i cani di piccola taglia e con pelo corto risentono maggioramente gli sbalzi di temperatura come noi esseri umani.

Abbigliamento estivo o invernale: sceglierlo o no?

È la domanda che ciascuno si pone: metterlo o non metterlo? L’unico modo per cui darci una risposta è quello di prestare attenzione al proprio cane facendo il modo di capire così lui ritiene più opportuno.

Quello che bisogna fare è quello di individuare i segnali che manda, osservare il modo in cui si muove, la muscolatura e l’atteggiamento.

Se magari notate che il vostro animale rimane in posti caldi (sotto le coperte, nei termosifoni) è perchè appunto avverte il bisogno di coprirsi.

Tra i capi di abbigliamento per il proprio animale è possibile scegliere quale sia il capo più adeguato.

L’errore più commesso è quello di vestire il proprio animale quando siamo noi ad avvertire il freddo. Non da sottovalutare il fatto che la temperatura corporea dell’animale non è uguale alla nostra.

La temperatura corporea del cane è di circa 40°. In secondo piano va sottolineato anche il fatto che il loro corpo è ricoperto da peli, al quale hanno la funzione di attudire la temperatura esterna.

Per avere una risposta alla domanda, bisogna anche fare un analisi su dove vive il proprio cane. Se un cane vive in posti freddi, dove c’è la neve è molto più probabile che avverte freddo (a meno che non si parli di cani nati in zone esclusivamente determinate da climi invernali).

Consigli su come usare l’abbigliamento e non far ammalare il proprio cane

Qui ti mostreremo alcuni consigli affinchè il tuo cane non si ammali:

  • Soprattutto quando arriva il momento della passeggiata, evita il più possibile di far prendere gli sbalzi di temperatura evitando di metterlo in contatto al freddo mentre stava dormendo sotto le coperte.
  • Non mettere gli indumenti quando il cane si trova dentro casa.
  • Prestare molta attenzione ai cuscinetti e alle zampe perchè sono parti del corpo molto sensibili. Se il vostro animale è abituato a stare dentro casa sono quelli che più soffrono la bassa temperatura perchè potrebbe causare una lesione plantare.
  • Quando porti fuori il cane in una giornata di pioggia, ricorda sempre di asciugarlo non appena fate rientro a casa evitando così che il cucciolo si raffreddi.

Indumenti per cuccioli: come prendere le misure

In realtà non esistono delle vere e proprie misure. Solitamente negli shop online, gli indumenti vengono caratterizzati in centimetri e mostrando la larghezza del torace. Quest’ultima parte è l’unica di cui prendere la misura perchè se l’indumento risulterà stretto, non sarà possibile indossarlo.

Vedi il prodotto su Amazon

Ultimo aggiornamento il 18 Marzo 2019 21:43

Come scegliere il veterinario per il tuo animale domestico

Come faccio a trovare il miglior veterinario per il mio animale domestico? I veterinari sono gli operatori sanitari responsabili del monitoraggio della salute e dello stato emotivo dei nostri animali domestici e delle vaccinazioni per evitare la presenza di parassiti che trasmettono malattie.

Quando si sceglie un veterinario, possiamo valutare il loro curriculum e la loro formazione, ma non è sufficiente perché non solo è necessario che il veterinario sia qualificato; l’attenzione e la cura che fornisce e la comunicazione che mantiene con l’animale e il suo padrone sono anche, come vedremo, ugualmente importanti.

Quali requisiti deve soddisfare il veterinario del nostro animale domestico?

Ecco i fattori a cui dobbiamo prestare attenzione per selezionare il miglior veterinario per il nostro animale domestico:

Formazione
Ovviamente, la prima cosa che dobbiamo chiedere è che il veterinario sia tale, cioè che abbia davvero la laurea o la laurea in veterinaria il cui titolo sia stato rilasciato, o convalidato nel caso di professionisti stranieri, da un’università italiana. Questa è la priorità. Dovremmo affidarci solo a veterinari qualificati, non importa quanto semplice sia la condizione che il nostro animale presenta. Se questo specialista ha anche una formazione aggiuntiva che completa questo livello, molto meglio. Tutti questi corsi e master sono extra, perché la cosa importante è che solo un veterinario adeguatamente formato visiti il nostro animale domestico.
Una volta che partiamo da questa base, possiamo cercare, se necessario, un veterinario con eventuali specializzazioni post-laurea; per esempio che sia un esperto di criceti, se il nostro animale domestico è un roditore.

Dove riceve
Il veterinario deve lavorare e prendersi cura degli animali in una struttura adeguatamente accreditata, che ha tutti gli strumenti necessari per questo tipo di servizio: sala operatoria, sala d’aspetto o di visita, sala per trattamenti, laboratorio, raggi x.
Naturalmente, è anche consigliabile che non si trovi molto lontano da casa nostra, dal momento che, nel caso in cui dobbiamo raggiungerlo urgentemente, possiamo ricevere assistenza sanitaria in tempi brevi.

Tipo di servizio offerto
Qui è importante valutare diverse cose. In primo luogo, le specialità della clinica. Come i nostri ospedali, non tutte le cliniche veterinarie hanno specialisti in tutte le aree. Pertanto, per scegliere, possiamo valutare che il centro ha esperti in varie specialità, come chirurgia, riabilitazione, traumatologia, odontoiatria, ecc. In questo modo, faremo in modo che il nostro animale da compagnia sia adeguatamente seguito quando presenta una malattia o una condizione di qualsiasi tipo.
Inoltre, un’altra questione altrettanto importante è che il centro si occupi delle emergenze. Non tutte le cliniche offrono questo servizio, ma, senza dubbio, è meglio cercarne uno che lo presti per coprire qualsiasi eventualità che possa sorgere al di fuori dei normali orari di apertura della clinica.

La passione
Prestate attenzione alle cure che offre agli animali e alla comunicazione che stabilisce con loro. Come per i medici, anche il veterinario deve essere attento, paziente, empatico, comunicativo, professionale e, naturalmente, mostrare affetto e passione per i suoi pazienti, gli animali.

Recensioni
Per cercare i migliori veterinari avvaletevi di strumenti come Google My Business o portali specializzati come questo che forniscono la posizione geografica della struttura veterinaria e la consultazione di recensioni.

Dare degli alimenti crudi ai nostri animali, ecco qualche nostro consiglio

C’è un sacco di speculazioni sul fatto che sia sicuro o meno per il tuo animale domestico mangiare cibi crudi o meno, chi si muove tra Barf e dieta classica per il nostro animale, chi da il cibo che ha presente sulla propria tavola e chi da esclusivamente solo crocchette, oggi vediamo insieme un pò di dicerie e falsi miti.

Molti sostengono che alimentare il proprio animale con carne cruda o comunque alimenti crudi potremmo mettere a rischio di contrarre malattie di origine alimentare come la Salmonella o la Listeria Monocytogenes. Come con tutti i cibi crudi, deve essere applicata una cura e una manipolazione adeguate in modo che tu e il tuo animale possiate rimanere in buona salute mentre godete i cibi crudi che tanto amate. Usa questo articolo come una risorsa piena di consigli sulla sicurezza degli alimenti per animali domestici per te e il tuo animale domestico sia cane che gatto.

Consigli utili per far mangiare al tuo animale degli alimenti crudi

Il primo consiglio per servire il tuo cibo crudo al tuo animale domestico è mantenere la giusta consapevolezza. Se scegli di nutrirlo con cibo per animali domestici crudo, tieni presente che puoi infettare te stesso con una qualsiasi delle malattie di origine alimentare se non vengono prese le misure adeguate.
Tieni a mente, solo perché il tuo animale domestico sta mangiando quel determinato alimento non vuol dire che tu non possa prendere delle malattie che sono trasmissibili tramite quell’alimento.

Quando sei consapevole dei rischi che puoi correre quando il tuo animale mangia del cibo crudo, assicurati sempre di lavarti le mani con acqua e sapone prima e dopo aver maneggiato il cibo del tuo animale domestico.
Un altro consiglio è anche quello di assicurarsi di pulire qualsiasi superficie o oggetto che potresti aver toccato nel processo. Questi oggetti possono includere utensili da cucina, scodelle, contenitori di stoccaggio e taglieri. Non dimenticare di pulire i tuoi controsoffitti e in qualsiasi altro posto che possa entrare in contatto con il cibo. Puoi usare sia il sapone che il disinfettante per ridurre al minimo la diffusione di germi e infezioni, bloccando cosi sul nascere qualsiasi problema sia per te che per la tua famiglia.

La differenza tra la pulizia e la disinfezione è che la disinfezione uccide i germi, il che aumenta la sicurezza e riduce il rischio di malattie che si diffondono a te o al tuo animale domestico. Quando si tratta di cibi crudi, prestare attenzione alla porzionatura e alla manipolazione.
Mantieni i tuoi diversi tipi di carni separati l’uno dall’altro e lontano da qualsiasi cibo che intendi mangiare personalmente. Raccomando magari di trovare un piccolo congelatore o un refrigeratore da posizionare nel garage o nel seminterrato, in caso hai un solo frigorifero cerca sempre di separare gli alimenti con sacchetti monouso o contenitori per alimenti che vanno in frigorifero.


Evita di sciacquare sotto l’acqua la carne cruda

Non risciacquare mai carne cruda o prodotti a base di pollame per evitare che i succhi crudi possano schizzare su qualsiasi superficie, una delle più grandi forme di contaminazione alimentare deriva infatti da un non corretto lavaggio degli alimenti, che portatori di varie patologie con il getto dell’acqua non facciamo altro che espandere i batteri ovunque.
Il cibo crudo rimarrà fresco per 3-5 giorni con una corretta refrigerazione ed un frigorifero performante.
Un altro buon consiglio è quello di misurare le porzioni prima del congelamento per risparmiare tempo e per evitare di dover gestire grandi quantità di carne cruda tutto in una volta su base frequente. Questo renderà più facile l’alimentazione del tuo animale domestico e manterrà la tua casa più pulita e più sicura dalle malattie alimentari, evitandovi cosi anche l’atto di sanificazione ogni volta che dovete preparare da mangiare al vostro amico a 4 zampe.

Una dieta alimentare crudista per gli animali domestici è in definitiva una dieta più salutare. Si tratta di alimenti meno elaborati e naturalmente più ricchi di proteine, acidi grassi essenziali, vitamine e minerali rispetto alle crocchette. Con una corretta manipolazione e cura, gli alimenti crudi per i vostri animali domestici sono una componente benefica per la nutrizione quotidiana del vostro animale domestico.

Depressione Canina Sintomi e Cure

Il tuo cane domestico è giù di corda e vuoi capire se è in corso la depressione canina? Per assicurarti che la sua sia realmente un inizio di depressione o più semplicemente “giornata storta”, ci sono una serie di fattori che devi considerare.

L’abbattimento morale così come può succedere agli umani, anche i cani possono risentirne. Prima di scoprire le eventuali soluzioni è importante capire le cause del comportamento del tuo animale e quali sintomi manifesta.

Sintomi e segnali per definire un cane depresso

I sintomi della depressione canina spesso possono combaciare con il carattere del tuo cane, quindi sta a te riconoscere se il tuo animale è semplicemente abbattuto o se sta attraversando un periodo di crisi.

  • Non mangia
  • Si isola
  • Diventa apatico con te e con le altre persone
  • Non vuole giocare
  • Non vuole essere coccolato
  • Si comporta diversamente nei tuoi confronti
  • Dorme sempre
  • Tende a nascondersi
  • Non ha voglia di giocare

Tendenzialmente questi sono i primi segnali d’allarme a cui ogni proprietario di un animale domestico non vorrebbe mai assistere.

Allo stesso tempo la presenza di uno o più sintomi citati nell’elenco, non per forza indicano che il cane è depresso, nelle “giornate no” di un animale può infatti verificarsi uno o più avvenimenti di questo tipo.

Monitora l’atteggiamento nel lungo periodo

Finché accade uno o due giorni non è preoccupante. Qualora capitasse più spesso o nel lungo periodo il cane inizia a cambiare negativamente e a non esser più lo stesso, allora occorre prendere precauzioni.

Comportamento con il padrone

Se con te è più distaccato, freddo e se non ti fa festa al tuo rientro a casa, allora c’è qualcosa che non va. O si è infastidito per un tuo atteggiamento aggressivo o semplicemente di menefreghismo per i troppi impegni diurni o potrebbe essere depresso.

I cani dormono molto spesso, questo succede soprattutto quando si trovano soli a casa. In tua presenza, se cerca un rifugio, se non vuole giocare e se non attira la tua attenzione in qualsiasi modo, allora la situazione è poco rassicurante.

Osservalo attentamente

Solo tu puoi conoscere bene il tuo animale domestico, a meno che tu non lo abbia adottato e devi ancora scoprire il suo carattere.

Ma se così non fosse e se lo hai già da tanto tempo, ecco alcuni comportamenti da non sottovalutare:

  • Lecca le zampe? Cerca consolazione ed è visibilmente triste.
  • Orecchie e coda abbassata? Potrebbe essere davvero in fase di depressione.
  • Perde troppo pelo? Se ne cade in abbondanza allora il cane potrebbe attraversare realmente un momento di crisi.

Come curare la depressione di un cane

Se hai appurato che i sintomi somigliano o rappresentano la depressione canina, non ti resta che portare il cane dal veterinario.

I cani che attraversano un periodo di forte sconforto emotivo devono essere seguiti da professionisti che potrebbero prescrivere farmaci come il Prozac, o nei casi più gravi seguire un percorso di “riabilitazione psichica“.

Il veterinario potrebbe consigliare anche di dargli più attenzioni o farlo socializzare con altri animali.